Nei negozi-labirinto si compra più del necessario

A funzionare è “l’effetto labirinto”: una volta entrati in un centro commerciale è difficile trovare la via d’uscita e, bombardati di cose da comprare, soprattutto se a basso prezzo, si finisce per mettere mano al portafoglio anche per oggetti di cui non si ha bisogno. È quanto emerge da uno studio realizzato dai ricercatori dell’University College di Londra – riportato dal DailyMail – che si sono concentrati in particolare  sulle strategie di marketing dei magazzini Ikea: simili a quelli dei grandi centri commerciali, il fine è quello di mantenere i clienti tra corridoi ed espositori il più a lungo possibile, mettendo in evidenza le diverse modalità in cui i loro mobili minimalisti, perlopiù componibili e a buon prezzo, possono essere abbinati tra loro per dar vita a una casa da un taglio più personalizzato o più giovanile, a seconda delle esigenze. “Nei negozi Ikea è necessario seguire un percorso obbligato realizzato come nel catalogo, con mobili collocati in contesti diversi che dimostrano quanto siano adattabili”, spiega Alan Penn, che ha guidato lo studio.

Non solo: i corridoi realizzati tipo labirinto unidirezionale, dall’entrata all’uscita, rendono difficile poter tornare indietro senza perdersi e così se si passa davanti a qualche oggetto di proprio interesse, ma di cui non si ha bisogno, si finisce con l’acquistarlo comunque per timore di non riuscire a ritrovarlo in un secondo momento. “L’organizzazione del negozio è così confusa che il cliente non sa se sarà in grado di tornare indietro. Così mette l’oggetto nel carrello e tira avanti”.

La strategia di marketing del gigante svedese – che attualmente conta 283 negozi in 26 paesi e un profitto pari, per il solo 2010, a 2,7 miliardi di euro –  non finisce qui: “Verso la fine del percorso si arriva al magazzino dove si può effettivamente acquistare lo sgabello o qualsiasi altra cosa abbia attirato la nostra attenzione, oggetti che spesso sono così a buon mercato che si finisce per comprarli”.

“I nostri negozi sono progettati per dare ai clienti diverse idee su come arredare la propria casa, dalla cucina alla stanza da letto – ribatte Carole Reddish, vice direttore delegato di Ikea per Gran Bretagna e Irlanda -. Mentre molti clienti vengono in negozio per ispirarsi, molti altri arrivano con una precisa lista degli acquisti realizzata dopo aver consultato i nostri cataloghi cartacei e online”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...