Combatti il dolore, guardalo in faccia

Il dolore vi perseguita? Niente paura, basta guardarlo in faccia. Secondo uno studio italo-britannico, osservare la zona del corpo da cui proviene il dolore che si avverte aiuta a superarlo. I ricercatori di University College di Londra e dell’Università di Milano-Bicocca hanno indagato la relazione che sussiste fra i sensi, il cervello e la percezione del nostro corpo.

La ricerca è partita da un esperimento che ha coinvolto un piccolo gruppo di volontari, dei quali è stata analizzata la reazione al dolore scaturita dal contatto di una sonda termica con le mani dei soggetti. Quando la temperatura della sonda veniva aumentata dai ricercatori tanto da raggiungere la soglia del dolore, i volontari dovevano avvertire dell’accaduto spingendo un pedale.

Gli scienziati hanno stabilito che i soggetti che osservavano la mano “scottata” attraverso uno specchio mostravano un livello di sopportazione al calore superiore di tre gradi rispetto agli altri che non vedevano l’arto coinvolto. La dott.ssa Flavia Mancini, una delle autrici dello studio, ha commentato: “l’immagine che il cervello mostra del nostro corpo ha una forte correlazione sul livello del dolore e anche il modo stesso in cui il nostro corpo viene rappresentato influenza la percezione del dolore”.

La seconda parte dell’esperimento prevedeva l’uso di una serie di specchi concavi e convessi che riproducevano le immagini delle mani ingrandite o ridotte. I volontari mostravano una maggiore sopportazione al dolore nel primo caso, ovvero quando le dimensioni della mano apparivano più grandi del reale.

Il prof. Patrick Haggard, co-autore della ricerca, spiega: “il nostro interesse si è focalizzato sul rapporto fra l’esperienza del dolore e la rappresentazione che il cervello fa del proprio corpo e abbiamo dimostrato che esiste un’interessante interazione fra i sistemi visivi del cervello e quelli del dolore. Del resto molte terapie psicologiche per combattere il dolore si focalizzano sullo stimolo doloroso, cambiando per esempio le aspettative o insegnando delle tecniche di distrazione. Ecco perché, quando un bambino va dal dottore per farsi fare un prelievo di sangue, dovrebbe evitare di guardare l’ago della siringa e concentrarsi, invece, sul suo braccio, così da sentire meno male”.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Psychological Science.

 

Annunci

Una risposta a “Combatti il dolore, guardalo in faccia

  1. Hello! dcdkegf interesting dcdkegf site!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...