Il medico di famiglia è un veicolo di infezioni

Sedersi nella sala d’attesa del medico, del dentista o di un laboratorio di analisi e sfogliare con fare annoiato una vecchia rivista. Una scena che si ripete ogni giorno in pressoché ogni studio medico e che sembrerebbe del tutto priva di pericoli.

Tuttavia, molti ambulatori medici inglesi hanno deciso di togliere le riviste dalle sale d’attesa, e i giochi e libri per bambini nel caso degli studi dei pediatri. La ragione è appunto la possibile diffusione di agenti patogeni veicolati da oggetti d’uso comune e alla portata di chiunque. Uno dei primi a decidere è stato Val Denton, direttore della clinica Tudor Lodge Surgery di Weston-Super-Mare: “abbiamo preso questo provvedimento all’epoca del panico per l’influenza suina, ma poi ci siamo resi conto che si trattava di un’iniziativa valida e abbiamo continuato su quella strada. Abbiamo sostituito le sedie delle sale d’attesa con panchine facilmente lavabili che provvediamo a pulire con prodotti disinfettanti ogni due ore circa”.

Il principio si sta affermando anche fra le strutture pubbliche, come ad esempio il North Somerset Quality and Infection Control Department, che ha emanato una circolare in cui avverte del pericolo le varie istituzioni sanitarie pubbliche del paese. Sulla stessa lunghezza d’onda un’associazione di pazienti ha rivolto un appello alle istituzioni per evitare o limitare al minimo il rischio di contagi: “ad esempio i servizi igienici in ospedali e ambulatori vengono utilizzati anche da categorie fragili di pazienti come i bambini e gli anziani ed è vitale che la loro manutenzione sia a prova di contaminazione”.

Resta tuttavia il problema di come far passare il tempo nell’attesa di una visita medica o di un piccolo intervento, in particolare per i più piccoli. Il consiglio è quello di portare da casa ogni tipo di distrazione utilizzabile, come libri o dispositivi elettronici. Secondo il dott. Jose Tarnowski, che lavora presso l’ambulatorio Churchill and Wrington di Somerset, va cercato un approccio fantasioso: “da noi abbiamo messo in sala d’attesa un bell’acquario con pesci tropicali, che sembra piacere molto ai pazienti, soprattutto ai bambini, e soprattutto è sicuro dal punto di vista infettivo”.

Annunci

Una risposta a “Il medico di famiglia è un veicolo di infezioni

  1. Hello! gdfgede interesting gdfgede site!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...