Le staminali salvano una bambina in Italia

È il primo intervento con staminali intratecali in Italia e il primo in assoluto in Europa per il trattamento dell’atrofia muscolare spinale. L’operazione, effettuata presso l’ospedale Burlo Garofolo di Trieste ha riguardato una bambina di 6 mesi colpita dalla grave malattia ereditaria.

L’aspettativa della bambina era molto breve, poco più di un anno, e le sue condizioni invalidanti, dal momento che la patologia costringe alla paralisi. A seguito dell’intervento le condizioni della bambina appaiono migliorate, stando ai sanitari, e soprattutto si è bloccata la tendenza al peggioramento.

Il dottor Marino Andolina spiega i dettagli dell’intervento: “l’iniezione per via lombare di cellule staminali ‘mesenchimali’ (staminali adulte) può offrire reali vantaggi in termini di movimenti spontanei e soprattutto di miglioramento di respiro e deglutizione nella SMA1. Il programma di minima era di arrestare almeno l’evoluzione della malattia; in Maria, invece, siamo riusciti a ottenere la ricomparsa di movimenti che erano perduti da mesi. Non sappiamo fino a che punto arriverà il miglioramento; ora è troppo presto per parlare di guarigione. Sappiamo solo che certamente la bambina non è destinata a morire per polmonite ‘ab ingestis’ o per paralisi respiratoria. Questa prima fase della terapia ci dà del tempo prezioso per trovare una soluzione burocratica che ci permetta di utilizzare cellule mesenchimali modificate in modo da maturare verso la linea neuronale”.

L’atrofia muscolare spinale provoca la morte del secondo motoneurone, vale a dire delle cellule nervose del midollo spinale che trasmettono ai muscoli gli ordini ricevuti dal cervello. Oltre alla paralisi e all’impossibilità di deglutire, i pazienti mostrano segni di soffocamento, tanto che già dopo pochi mesi i bambini sono costretti alla respirazione assistita e al nutrimento artificiale. Dall’intervento Maria ha ricominciato a muovere le braccia, beve il latte e non mostra segni di soffocamento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...